top of page

L'apparizione del 13 settembre 1917 a Fatima.

L'apparizione di giovedì 13 settembre 1917.

 

 

La sincerità dei veggenti tocca il cuore

sempre più persone.

 

Sempre più persone credevano alle apparizioni. Sono stati toccati dalla sincerità dei veggenti che, così giovani, hanno dovuto affrontare molte prove.

Inoltre, i miracoli erano stati osservati alla Cova da Iria il 13 agosto, e quindi molti erano favorevoli alla realtà delle apparizioni.

 

L'eroica pazienza dei tre pastori.

 

I tre veggenti hanno dovuto affrontare molte sofferenze, soprattutto da parte delle autorità locali. La loro pazienza era tesa. Alcune persone del borgo addirittura li disprezzavano, li umiliavano.

Inoltre, l'atteggiamento indifferente del parroco e dei sacerdoti dei dintorni era per loro una sofferenza che si aggiungeva alle altre. Questo è il motivo per cui erano molto ansiosi di rivedere la Madonna che aveva chiesto loro di venire il 13 di questo mese.

 

Alla Cova da Iria, 13 settembre 1917.

 

C'erano tra 25.000 e 30.000 persone a Cova da Iria il 13 settembre 1917. La maggior parte dei pellegrini recita il Rosario con fervore. Un testimone oculare ha scritto:

 

“E 'stato un pellegrinaggio davvero degno di questo nome, la cui sola vista ci ha fatto piangere dall'emozione. Non mi era mai stato dato di vedere, in tutta la mia vita, una simile manifestazione di fede ... Sul luogo delle Apparizioni, gli uomini si sono scoperti. Quasi tutti si sono inginocchiati e hanno pregato con fervore ... "

 

In mezzo alla folla di pellegrini c'erano, questa volta, alcuni sacerdoti e anche alcuni seminaristi.

 

Un globo luminoso.

 

Un globo luminoso è stato visto da alcune persone a mezzogiorno, ora solare, in un cielo blu senza nuvole. Si muoveva da Est a Ovest, scivolando lentamente; scomparve pochi secondi poi ricomparve e questa volta si incamminò verso il leccio.

 

La luce del giorno svanì in quel momento.

 

L'apparizione della Madonna e l'annuncio della benedizione del mondo.

 

Lucie ha osato interrogare Notre-Dame che le ha detto:

 

“Continua a recitare il rosario per porre fine alla guerra. In ottobre verrà Nostro Signore, Nostra Signora dei Dolori, Nostra Signora del Carmelo e San Giuseppe con Gesù Bambino; Benedirà il mondo. "

 

I pastorelli hanno preso sul serio le parole della Madonna che aveva chiesto loro di sacrificarsi per la conversione dei peccatori. Avevano messo una corda intorno ai lombi, che indossavano giorno e notte, che li faceva soffrire, ma la Madonna disse loro:

 

“Dio è felice dei tuoi sacrifici, ma non vuole che tu dorma con la corda. Indossalo solo durante il giorno. "

 

A una richiesta di guarigione per una bambina sordomuta, la Madonna ha risposto:

 

“Tra un anno starà meglio. "

 

Quindi, a ulteriori richieste, ha detto:

 

“Ne guarirò alcuni, ma altri no, perché Nostro Signore non si fida di loro. "

 

Queste ultime parole hanno ricevuto molti commenti. Sembrano dire che non è sufficiente pregare Dio quando siamo nel bisogno o nella sofferenza, ma che dobbiamo sempre pregare Dio, nei tempi buoni come nei tempi cattivi della nostra esistenza terrena. E così otteniamo la fiducia del Signore. Pregare incessantemente ...

 

La Madonna ha poi chiesto che le barelle processionali le portassero per la festa della Madonna del Rosario.

 

Lucie si offrì di accettare due lettere e una bottiglietta di acqua profumata che le erano state date da un uomo di una parrocchia vicina, ma la Madonna rispose:

 

“Non è adatto per il paradiso.

In ottobre farò il miracolo, in modo che tutti credano "

 

Poi si alzò e scomparve come le volte precedenti.

 

  Padre Manuel Nunes Formigão,

canonico di Lisbona.

Padre Manuel Nunes Formigão, canonico di Lisbona, quel giorno si trovava proprio nel luogo delle apparizioni. Aveva saputo conquistare la fiducia dei genitori e dei veggenti di Fatima grazie alla sua delicatezza e alla sua preoccupazione di conoscere la verità. Fu poi professore al seminario e al liceo di Santarém († 30 gennaio 1958 a Fatima).

 

Successivamente, il 27 settembre, è tornato a Fatima per interrogare i tre pastori e la loro sincerità lo ha convinto della realtà delle apparizioni. Tuttavia, li mise alla prova ponendo loro tutte le domande necessarie per discernere e vedere se non erano vittime di un'allucinazione.

 

Poco prima del 13 ottobre, è tornato a Fatima per interrogare nuovamente i tre veggenti. Era sempre più convinto del carattere soprannaturale delle apparizioni ed era ansioso di assistere all'apparizione del 13 ottobre, giorno in cui era stato promesso il grande miracolo.

bottom of page